vue.js

Come vediamo il futuro di Vue.js

Vue.js rimane sempre e comunque il framework JS del momento e di un futuro molto ma molto prossimo. Sappiamo che sembra un po’ azzardata come affermazione ma è la verità: l’erede di Angular, la perla di JavaScript oltre React, è Vue.js, nessun dubbio. Ma c’è un ma ovviamente, un po’ come in tutte le storie… andiamo a scoprire l’entità di questo “però” e cerchiamo di capire alcune cosucce fondamentali sul frameowrk di Evan You.

L’ascesa di Vue.js

Vue.js, 1900 ricerche mensili in Italia, poche se consideriamo che un framework come Laravel oggi ha poco più di 3600 ricerche mensili, per dire, questo paragone, già offre una panoramica interessante dello squilibrio di diffusione tra un frameowrk e l’altro.

Vue.js ha dei vantaggi pazzeschi, già sottolineati dal nostro blog più volte, peraltro è supportato da un ecosistema piccolo ma veramente frizzante che è artefice di un gemellaggio che ad oggi appare inossidabile con l’amico fraterno Laravel, tanto che il posizionamento di quest’ultimo  anche sul mercato italiano abbraccia in maniera sincera e a nostro avviso efficace la creatura di Taylor Otwell.

Le difficoltà oggi di Vue.js

La gran verità, che almeno in Italia è evidente, è che Vue.js riesce a soffrire particolarmente la concorrenza di Angular, e perché no anche di React. Sembra molto evidente che Vue.js non sia ancora stato, probabilmente lato marketing, in grado di sfruttare gli errori della concorrenza per far emergere le sue incredibili qualità, in primis curva di apprendimento bassissima. Sembra proprio che Evan You&C non abbiano ancora trovato una quadra per tracciare quella linea di demarcazione che fa brillare un framework di successo.

Noi di LaraMind siamo stato i primi in Italia a organizzare un Corso Vue.js da remoto e in aula, e lo diciamo con orgoglio, crediamo fortemente in Vue.js, non solo come “cugino naturale” di Laravel, ma proprio come il vero framework JavaScript che meterà tutti d’accordo sotto un’unica stella, la V di Vue.js, staremo a vedere :).

Leave a reply