aprire una start up gratis online

Aprire una start up gratis online è possibile? Sì anche in Italia si può, vediamo come

Ti stai chiedendo se aprire una start up gratis online è possibile? Ebbene sì! Dal 20 luglio 2017 anche in Italia è possibile costruire la propria impresa senza notaio grazie alla nuova piattaforma del Registro delle Imprese. Scopriamo come aprire una start up gratis online.

start up gratis online

Premessa, in Italia è possibile aprire una SRL online senza spese notarili solo se si tratta di Start up Innovativa, dunque un’azienda che rispetta i requisiti insiti nella legge  221/2012 che disciplina questa tipologia specifica di azienda

Facciamo questa piccola precisazione, non perché non si possa in Italia costituire una SRL ordinaria online, si può infatti, basti vedere il servizio che offre Iubenda, ma non è esente da costi notarili.

Start up gratis online: come iscriversi al Registro delle Imprese

Dallo scorso Luglio aprire una start up gratis online è possibile anche in Italia grazie alla nuova piattaforma del Registro delle Imprese che permette di creare online start up gratis, senza notaio e tramite una semplice firma digitale.
Il merito è dell’Investment Compact che ha introdotto la possibilità di creare start up online compilando un atto costitutivo standard da validare con firma digitale.

Come fare allora a creare la propria impresa online e gratuitamente?

1. Come registrare la start up gratis online

Innanzitutto chiunque può costituire la propria start up gratis online, basta seguire questi piccoli passaggi:

  • Visita il sito del Registro delle Imprese
  • Accedi alla sezione dedicata alle start up
  • Clicca su Crea la tua start up
  • Clicca su Atti Startup

Qui è possibile accedere, nel caso si fosse già registrati, oppure procedere senza autenticazione e compilare il form apposito con i dati necessari alla creazione della nuova impresa: nome della società, sede legale, dati anagrafici dei soci fondatori, capitale sociale.
Il tutto senza la presenza – e le spese! – del notaio!

2. Quando la start up è riconosciuta?

Hai compilato il form con tutti dati della tua società e dei fondatori? Tutti gli utenti non devono far altro che sottoscrivere il documento con la propria firma elettronica, a quel punto il sito del Registro delle Imprese invierà una comunicazione con i dati necessari all’Agenzia delle Entrate.
Se la startup è stata riconosciuta, il Registro delle Imprese aggiungerà alla pratica gli estremi della registrazione.

Start up gratis online: novità in formato XML

Ma le novità non finiscono qui perché una volta firmato e compilato il documento online, il sito del Registro delle Imprese invierà agli imprenditori della start up un file in formato Xml che altro non è che lo statuto societario, un atto digitale, riutilizzabile e scalabile all’infinito.

Insomma, aprire una start up gratis online è possibile? Certamente ed è anche molto semplice come avete visto.
Costituire una start up senza notaio e senza eventuali spese di viaggio (si può firmare direttamente online!) è quindi davvero possibile anche in Italia e, non solo, i risultati sono già importanti: nel 2017 le startup innovative Italia sono state 6.000, 1.550 in più rispetto all’anno precedente.

Vantaggi Start up innovativa

Quali sono i vantaggi di aprire una start up innovativa? Ecco, questa è una bella domanda, abbiamo raccolto un po’ di informazioni, fatto alcune comparazioni con la SRL tradizionale e siamo giunti a queste conclusioni:

  • il costo dell’apertura di una SRL innovativa (Start up innovativa ex lege) non prevede costi notarili, un po’ come le SRLS
  • soci e amministratori nella start up innovativa non sono soggetti al concordato fallimentare (e non è roba da poco)
  • possibilità di retribuire collaboratori e soci con le stock option
  • indubbiamente la dicitura “innovativa” in capo ad una SRL aiuta a ricevere fondi tramite alcuni bandi che sono specificatamente rivolti a questo tipo di società.
  • possibilità di assumere più personale con contratti a tempo determinato anche di 6 mesi e poi rinnovarli senza dover per forza assumere
  • meno questioni burocratiche che significa una cosa sola, meno spese e dunque esenzioni dal bollo camerale ad esempio nei primi 5 anni di attività, non poco quando si tirano le somme fidatevi… 😉

C’è solo però un piccolo problema… la start up innovativa, in Italia, seppur creata con ottime intenzioni e con alcune importanti agevolazioni di un certo rilievo come abbiamo visto, sopporta la stessa tassazione delle SRL e delle SRLS, insomma, secondo il nostro modesto parare un salto in avanti… ma non un salto in avanti così lungo…

Leave a reply